Lo sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è un trattamento sempre più richiesto dai pazienti e può dare enormi soddisfazioni al paziente e, di conseguenza al professionista. Lo sbiancamento può infatti avere un impatto positivo sulla qualità della vita e permettere di tornare a sorridere liberamente e mostrare i propri denti senza imbarazzo, come provato in questo studio scientifico https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0300571213003229?via%3Dihub.

I prodotti più usati sono a base di perossido di carbamide, sostanza che provoca lo sbiancamento grazie alla liberazione di ossigeno.

Con i prodotti di recente formulazione, molto meno aggressivi che in passato, sembrano ormai abbondantemente superati quelli che erano i piccoli inconvenienti che potevano essere causati dallo sbiancamento, come ad esempio la sensibilità, che ora è molto rara. Esistono diverse formulazioni e procedure per portare a termine lo sbiancamento. Alcune riservate a denti devitalizzati, altre ai denti vitali e possono essere effettuate in studio o a domicilio, in base alle necessità cliniche. I risultati migliori si ottengono sottoponendosi ad una seduta di igiene immediatamente prima dello sbiancamento. Il consiglio è sempre quello di discuterne con il proprio dentista, insieme al quale concordare la tipologia di trattamento più adatta al singolo caso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
© 2013-2018